Sergio Sylvestre

Gaffe di Sergio Sylvestre durante l’Inno di Mameli ieri sera allo Stadio Olimpico di Roma. Il cantante si è esibito prima della Finale di Coppa Italia Coca-Cola tra Napoli e Juventus.

L’Inno di Sergio Sylvestre

L’emozione ha fatto un brutto scherzo a Sergio Sylvestre. Il cantante, nato e cresciuto a Los Angeles, ha dimenticato una parte del testo dell’inno, bloccandosi per qualche secondo. Una gaffe che può succedere a tutti, ma che non ha salvato dalla critiche il vincitore di Amici. Pioggia di commenti per lui sui social, ed in particolare su Twitter.

In molti si sono anche chiesti chi fosse il cantante e soprattutto perchè per cantare l’Inno non fosse stata scelta una persona italiana. E molti altri ancora. La cosa che, al di la delle polemiche, fa piacere è che il calcio ha ancora una volta tenuto tanti italiani davanti alla tv. E si trattava “solo” di una finale di Coppa Italia.

Chi è Sergio Sylvestre?

Sergio Sylvestre è stato il vincitore e l’artista rivelazione della quindicesima edizione di “Amici“, celebre talent show di Maria De Filippi. Americano Los Angeles, otto anni fa decise di trasferirsi in Italia dopo un viaggio nel Salento, di cui si innamorò diventando italiano d’adozione. Durante la sua partecipazione al talent, ha conquistato tutti grazie alla sua voce calda, profonda, intensa. E alle sue interpretazioni.

Ha vinto il suo disco d’oro con il suo album d’esordio «Big Boy». Ha partecipato anche al Festival di Sanremo nel 2017 con il brano «Con Te». Nello stesso anno è uscito «Big Christmas», il disco con le più belle canzoni di Natale.

La partita

La Coppa Italia Coca Cola, che adesso può sfoggiare la nuova sponsorizzazione, è stata alzata al cielo dal Napoli. I ragazzi di Rino Gattuso hanno avuto la meglio della Juventus al termine dei calci di rigore. Per i bianconeri sono stati decisivi gli errori dal dischetto di Dybala e Danilo. Al termine del match molto emozionati tutti i giocatori e la società partenopea, con in testa il presidente De Laurentis.

Festa fino a tarda notte, invece, a Napoli con caroselli di tifosi in tutta la città. Delusione naturale sul fronte della Juventus che ha perso l’ennesima finale, la seconda in questa stagione, dopo la Supercoppa Italiana.