app immuni

L’app Immuni arriva sugli app store dopo aver ricevito il nullaosta del Garante per la privacy. L’app si può scaricare sia dal Play Store di Android che dall’App store di Apple. E’ stato anche aperto il sito ufficiale.

App Immuni: come utilizzarla

Per scaricarla sul cellulare, è necessario avere i sistemi operativi aggiornati. L’iPhone ha bisogno della versione del sistema operativo iOS 13.5. Per i dispositivi Android, invece, é necessaria la versione 6 del sistema operativo. Google Play Service si dovrá avvalere della versione 20.18.13.

400 euro di multa per aver abbracciato la ragazza in pubblico

Quattro le Regioni dove dovrá essere sperimentata:

  • Puglia
  • Abruzzo
  • Marche
  • Liguria.

L’app é stata sviluppata dalla milanese Bending Spoons sfruttando gli strumenti tecnici di Apple e Google su architettura decentralizzata.

Come funziona?

Una volta installata l’app basterà inserire pochi dati. Nello specifico si tratta deel proprio Comune di residenza. Il sistema funzionerà in automatico. Gli smartphone dove é installata l’app entrerá in “funzione” appena i due dispositivi si troveranno a una distanza inferiore a un metro.

Se venisse scaricata da oltre la metà della popolazione, Immuni potrebbe consentire di contenere una possibile recrudescenza dei contagi da Sars-Cov2.

Controindicazioni

Rimane molto scetticismo soprattutto fra gli addetti ai lavori, grazie alla poca chiarezza.

A tutto questo si aggiunge l’alert di un virus informatico diffuso in queste ore da una finta email che si richiama a Immuni.

La speranza che i cittadini italiani decidano di scaricarla sul proprio cellulare per permettere il tracciamento delle persone con il Virus.