rinvio concerti

Tutti i concerti e i grandi eventi live previsti nel 2020 sono rinviati al 2021. Arriva l’ufficialità di una notizia che in tanti si aspettavano. A comunicarlo Assomusica che riunisce gli organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo.

Rinvio concerti al 2012

Le disposizioni anti-assembramento previste dal Decreto Legge 33 per fronteggiare l’emergenza Coronavirus hanno portato al rinvio dei concerti nel 2021.

Secondo il Decreto Legge 33 del 16 maggio 2020 sono vietati gli assembramenti di persone fino al 31 luglio 2020.

Dal 15 giugno possono ripartire gli spettacoli live ma solo con posti a sedere pre-assegnati e distanziati, a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori. Il numero massimo di spettatori previsti è di 1000 persone per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

Le dichiarazioni e i rinvii

L’appuntamento con i grandi eventi live dell’estate 2020 è infatti rimandato al 2021, – avverte Assomusica – che sarà una stagione ancora più grande e magica che mai”.

Saltano, quindi, eventi molto attesi tra cui:

  • Firenze Rock
  • Milano Summer Festival
  • Collisioni
  • Rock in Roma

Senza dimenticare anche le date dei concerti di numerosi artisti italiani e stranieri:

  • Vasco a Benji e Fede (ultimo concerto prima dello scioglimento)
  • Billie Eilish
  • Marracash
  • Modà
  • The Killers
  • e tanti altri