decreto rilancio

Molti gli incentivi a favore della mobilità sostenibile che sono contenuti nel Decreto Rilancio reso pubblico dal governo Conte. Particolare attenzione è stata data alla mobilità nell’articolo 205. Si tratta di alcune delle misure previste dal Governo per cercare di far ripartire l’Italia dopo la crisi creata dal Coronavirus.

Decreto Rilancio: gli incentivi

Alla fine nel decreto Rilancio sono rientrate anche le misure per la mobilità sostenibile previste dall’articolo 205. Si moltiplicano così gli incentivi green ed in particolare:

  • mobilità (500 euro per bici e monopattini)
  • rafforzamento di ecobonus e sismabonus
  • 110% se i lavori consentiranno un salto di due classi di efficienza
  • rimborsi degli abbonamenti ai mezzi pubblici
  • fondi per le aziende del trasporto locale

E si recepiscono alcune novità introdotte nei mesi scorsi nella proposta di legge di modifica del Codice della strada. 

Importanti novità anche sul “fronte” della bici. Sarà valido a partire dal 4 maggio 2020 (con retroattività, quindi) e fino al 31 dicembre 2020. E’ pari al 60% della spesa sostenuta e, non superiore a 500 euro. 

Potrà essere utilizzato dai residenti maggiorenni nei capoluoghi di regione, nelle città metropolitane, nei capoluoghi di provincia o nei comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti è riconosciuto un buono mobilità

Il contributo potrà essere utilizzato per acquistare biciclette, anche a pedalata assistita o veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, come:

  • segway
  • hoverboard
  • monopattini
  • monowheel

E anche per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa a uso individuale (esclusi quelli con le auto). Per i servizi di sharing, il bonus garantisce un abbonamento Helbiz con l’utilizzo illimitato di eBike e monopattini elettrici in alcune città (Milano, Roma, Torino e Verona). 

IL BUONO MOBILITÀ

Il buono mobilità può essere richiesto per una sola volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso previste.

Dal 2021, il Programma incentiva il trasporto pubblico locale e regionale e forme di mobilità sostenibile ad esso integrative a fronte della rottamazione di auto e motocicli altamente inquinanti. Sarà disponibile un secondo buono mobilità per rottamare auto dalla classe Euro 3 in giù tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2021.

L’importo dovrebbe essere di 1.500 euro per ogni auto e di 500 euro per ogni motociclo. Il buono sarà erogato nei comuni interessati, ed è possibile utilizzarlo entro i tre anni successivi all’acquisto dei mezzi elettrici compatibili.