Silvia Romano

Silvia Romano interviene con un post sul suo profilo Facebook, visibile solo agli amici, per ringraziare tutti coloro che le sono stati vicini. Molti gli insulti social, ed anche il lancio di una bottiglia contro la finestra della sua abitazione, nei confronti della ragazza liberata dopo 18 mesi di prigionia.

La volontaria in questi giorni sta collaborando con la Procura che indaga sulle minacce social che ha ricevuto e che continua a ricevere.

Le parole di Silvia Romano

Nella parte iniziale del suo post, toccanti le parole che ha scritto>

A tutti gli amici e le amiche che mi sono stati vicini con il cuore in questo lungo tempo grazie grazie grazie. Grazie anche a chi non era un amico, ma un conoscente o uno sconosciuto e mi ha dedicato un pensiero.

A tutti coloro che hanno supportato i miei genitori e mia sorella in modo così speciale e inaspettato: scoprire quanto affetto gli avete dimostrato per me è stato ed è solo motivo di gioia, sono stati forti anche grazie a voi e io sono immensamente grata per questo.

Non vedevo l’ora di scendere da quell’aereo perché per me contava solo riabbracciare le persone più importanti della mia vita, sentire ancora il loro calore e dirgli quanto le amassi, nonostante il mio vestito”

La parte finale

Vi chiedo di non arrabbiarvi per difendermi, il peggio per me è passato. Godiamoci questo momento insieme. Vi abbraccio tutti virtualmente forte e spero di farlo presto anche dal vivo.Vi voglio bene”