MondoBlu by Megghy.com
Con Coop Online l’infografica che racconta le differenze di genere nel mondo dello shopping

Con Coop Online l’infografica che racconta le differenze di genere nel mondo dello shopping

Donne più spendaccione e uomini impegnati negli ultimi acquisti tecnologici? Falso, come dimostra e racconta la nuova infograficamessa a disposizione dalla Coop Online. L’azienda italiana infatti, basandosi sulla ricerca Impact of gender on consumer purchase behaviourcondotto dallaAmity University, ha commissionato un’analisi comportamentale degli acquisti maschili e femminili, il cui risultato è stato per l’appunto sintetizzato in una comoda veste grafica.

I dati analizzati confermano alcuni luoghi comuni, ma fanno emergere anche diverse novità. Anzitutto nel complesso ne esce una figura maschile che spende di più, intenta ad uno shopping molto razionale che spesso si concretizza online. L’uomo si fa guidare nelle sue scelte dai pareri delle riviste specializzate, dalle informazioni ottenute in rete e dalla facilità di reperimento.

La donna invece si conferma più emotiva e propensa ad un acquisto basato sul desiderio più che sul bisogno. Per scegliere il proprio prodotto la donna si fa guidare dai feedback ottenuti da amici e parenti, oltre che dal rapporto particolare stretto con un determinato punto vendita. In media impiega più tempo dell’uomo per i suoi acquisti, ma in compenso spende anche di meno.

Più tradizionale appare la predominanza femminile negli acquisti alimentari (ben il 72%), ma un’equa suddivisione nei campi di elettrodomestici e prodotti culturali ci restituiscono comunque il ritratto di una donna indipendente e impegnata in tutti i fronti. Del resto il suo ruolo nella vita domestica è confermato anche dalla padronanza nell’acquisto dei mobili (57% contro i 43 degli uomini), mentre quel 28% di preferenza femminile per il mercato online non potrà di certo che aumentare.

In cima agli interessi di acquisto di uomini e donne troviamo le stesse tre categorie (computer, libri e musica), con percentuali di preferenza simili anche in ordine diverso. Diverte la presenza di un 41% di acquisti femminili per i videogiochi (contro il 29 degli uomini), mentre colpisce come i viaggi siano in fondo agli acquisti delle donne con un mero 24%.




Scritto da Giacomo il 17 Settembre 2014 alle 17:59
 
Commenta articolo
Nessun Commento presente
Commento
Titolo Commento
Testo commento
Articoli top della categoria
Cos’è il bail-in? Hello bank!... Tutti i consigli per risparmiare in modo sicuro A cinque mesi dall’introduzione della nuova normativa e.. leggi tutto
Il pericolo del petrolio Cala vertiniginosamente il prezzo del petrolio in tutto il mondo. Gli interventi effettuati per cercare di frenare la cr.. leggi tutto
 
Statistiche
  • 19 Categorie
  • 2049 Articoli Totali
  • 2730065 Pagine Viste
  • 1 Utenti Online