MondoBlu by Megghy.com
63.mo anniversario della Repubblica Italiana : tagiati i costi a favore dell'Abruzzo

63.mo anniversario della Repubblica Italiana : tagiati i costi a favore dell'Abruzzo

Roma - Una parata, quest'anno all'insegna dell sobrietà, che oltre ad aver accorciato la parata di dieci minuti ed i partecipanti (800 invitati in meno della passata edizione), si sono anche ridimensionati i tradizionali allestimenti lungo il percorso. Con i risparmi ottenuti, il ministero della Difesa ha potuto devolvere un milione di euro a favore delle zone terremotate dell'Abruzzo. La sfilata lungo via dei Fori Imperiali - il cui tema è "La Repubblica e le sue forze armate" articolata in 7 settori, prevede la partecipazione di 264 bandiere e medaglieri, 5 mila 890 militari, 500 civili, 209 tra cani e cavalli, 284 mezzi e 9 velivoli e le tradizionali Frecce Tricolori.

La giornata del 63.mo anniversario della Repubblica è cominciata con il consueto omaggio del capo dello Stato, Giorgio Napolitano, alla tomba del Milite Ignoto, al Vittoriano. Napolitano è arrivato all'Altare della Patria in compagnia dal ministro della Difesa Ignazio La Russa e del capo di stato di maggiore della Difesa Vincenzo Camporini. Ha quindi passato in rassegna il battaglione schierato in piazza Venezia. Dopodichè la prata ha potuto avere inizio, non senza qualche "piccolo ritardo", come quello del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, arrivato sul palco delle autorità quando la parata era cominciata già da alcuni minuti.

Le parole del Presidente dell Repubblica:

"Il 2 giugno si celebra la proclamazione della Repubblica, Il passaggio decisivo nel lungo e travagliato cammino storico che l'Italia ha dovuto percorrere per poter fare definitivamente propri i principi di democrazia, libertà, eguaglianza e giustizia sui quali si fonda la nostra Carta Costituzionale. In questa giornata, il nostro deferente omaggio e la nostra riconoscenza vanno a tutti gli italiani che persero la vita in spirito di fedeltà alla Patria nella guerra voluta dal fascismo ed a coloro che, animati da un nuovo senso dell'interesse nazionale, caddero successivamente per far sì che l'Italia riconquistasse libertà, indipendenza e unità".

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del 2 giugno, Festa Nazionale della Repubblica, lo scrive nel messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Vincenzo Camporini. "Sono trascorsi sessantatre anni da quel 2 giugno 1946. Ma, quei valori, divenuti principi della Costituzione repubblicana, sono oggi ancora e più che mai condizione e guida per la costruzione di un'Italia coesa, prospera, solidale; per un'Italia che sia sempre più elemento propulsivo di un'Europa finalmente unita, ancora una volta protagonista dello sviluppo economico e del progresso sociale, civile e culturale della comunità internazionale. Nel grande scenario di un mondo sempre più interconnesso, nel quale i paesi democratici sono ormai affratellati da comuni principi ed obiettivi di sviluppo, le Forze Armate non sono più concepite al servizio di pretese nazionalistiche e disegni di aggressione, ma come strumento di cooperazione per la costruzione ed il mantenimento della pace e della sicurezza collettiva.

Le Forze Armate italiane sono da anni in prima linea nei tanti teatri di crisi ove viene minacciato il progresso civile ed economico dell'umanità e sono offesi i più elementari diritti dell'uomo. Oggi, custodi e garanti della Costituzione e della sicurezza del Paese, in prima linea anche al fianco delle genti d'Abruzzo colpite da un disastroso sisma, raccolgono, in questa giornata di festa, l'affetto e la riconoscenza dei cittadini e delle istituzioni democratiche. Ad esse - conclude il capo dello Stato - a nome di tutti gli italiani, esprimo la mia gratitudine e formulo il più fervido augurio. Viva le Forze Armate, viva l'Italia!".

La cerimonia, si è conclusa con la tradizionale scia tricolore, rilasciata sul cielo romano dalla pattuglia acrobatica nazionale.

 

  Scritto da Admin il 2 Giugno 2009 alle 18:02

 
Commenta articolo
Nessun Commento presente
Commento
Titolo Commento
Testo commento
Articoli top della categoria
La lista dei ministri italiani alla fine berlusconi ha mantenuto la promessa. infatti, è stato varato il nuovo governo che molto probabilmente s.. leggi tutto
63.mo anniversario della Repubblica... Roma - Una parata, quest'anno all'insegna dell sobrietà, che oltre ad aver accorciato la parata di dieci min.. leggi tutto
 
Statistiche
  • 19 Categorie
  • 2039 Articoli Totali
  • 2669596 Pagine Viste
  • 2 Utenti Online